Manutenzione

Manutenzione

TAGLIANDO AUTO: COS’È, COSA PREVEDE, FAI DA TE E GARANZIA

La manutenzione dell’auto è fondamentale, vediamo come fare un tagliando auto diretto e un preventivo dei costi possibili

Untagliando auto che sia regolare nei tempi è un intervento essenziale per sfruttare appieno le potenzialità offerte da auto sempre più affidabili e tecnologicamente evolute.

Il tagliando auto fai da te, cos’è? Sul punto si può essere portati a fare confusione, proviamo a mettere in ordine le idee, specificare cosa prevede e come funziona la copertura in garanzia del costruttore se il tagliando auto viene effettuato in centri diversi dalla rete sul territorio.
Il tagliando auto è un controllo periodico in cui tutte le componenti soggette a usura con il normale utilizzo vengono ispezionate ed eventualmente sostituite. Lo scopo è quello di intervenire sul veicolo prima che si manifestino problemi meccanici o malfunzionamenti, anzi, l’intervento mira a prevenirli. Ecco perché tutte le varie case automobilistiche, a seconda del modello in questione, danno indicazioni precise sui tempi e i modi in cui devono essere fatti i controlli. Definire un costo e un preventivo di tagliando auto è, poi, complesso, vista la variabilità di interventi che possono essere necessari e le differenze di prezzo tra le varie officine.

In linea di massima possiamo dire che in un tagliando auto fai da te o presso un’officina della rete di assistenza ufficiale, annualmente o in funzione del chilometraggio o dell’anzianità del veicolo, si sottopongono a controlli la cinghia di distribuzione – per i veicoli dotati di catena, la vita utile coincide quasi del tutto con quella del propulsore, essendo un componente in grado di coprire fino a 200 mila e più chilometri – cinghia dei servizi, il climatizzatore (dall’efficienza del raffreddamento alla ricarica dell’impianto), l’impianto frenante (usura delle pastiglie e spessore dei dischi), si verifica anche l’efficienza degli ammortizzatori, l’adeguato livello dei liquidi del veicolo (raffreddamento motore, lubrificante, olio freni) e la loro sostituzione.

Si tratta dei controlli più completi, affiancati da verifiche che vengono compiute durante un tagliando auto, ma che il singolo automobilista potrebbe provvedere a svolgere autonomamente. Ad esempio, la sostituzione del filtro abitacolo, anche ogni sei mesi  se l’auto si utilizza su strade polverose, diamo per scontato, invece, che la pressione delle gomme e la verifica della loro usura venga fatta periodicamente, una volta al mese sarebbe la scansione ideale. Seguendo questi accorgimenti, un buon modello di auto, di recente produzione, avrà una vita utile enormemente superiore al passato.

TAGLIANDO AUTO: OGNI QUANTO FARLO?

Le scadenze sono stabilite in base a due parametri: il numero di chilometri percorsi e il tempo (in anni) trascorso dall’acquisto. Il tagliando auto va fatto al raggiungimento di uno dei due limiti fissati dalla casa madre e in base ad essi si possono distinguere:
-auto con tagliando ogni 15.000/20.000 km o 1-2 anni
-auto con cambio olio ogni 15.000 km e tagliando ogni 30.000
-auto con tagliandi cosiddetti longlife ogni 30.000/50.000 km o 2 anni
In alcuni casi la centralina di bordo, anche grazie ad alcuni sensori, è in grado di valutare automaticamente quando è necessario fare il tagliando. Questo significa che gli intervalli tra un controllo e l’altro possono essere variabili, in funzione anche dello stile di guida e delle condizioni del mezzo.

TAGLIANDO AUTO: DOVE FARLO

Tempo fa il tagliando auto era da effettuare obbligatoriamente presso un’officina ufficiale del marchio di appartenenza. A partire dal 2002 tuttavia, in seguito al  Decreto Monti (oggi Regolamento UE n. 461/2000) è possibile rivolgersi presso qualunque officina indipendente purché regolarmente autorizzata, parliamo di un tagliando auto fai da te o un tagliando auto diretto. In questo modo l’eventuale garanzia in corso non decade, a patto però che vengano rispettati gli intervalli di manutenzione programmata fissati dalla casa madre e che l’officina alla quale si fa riferimento non solo certifichi tutti gli interventi realizzati, ma siano conformi agli standard che impiegherebbe la rete ufficiale di assistenza.

TAGLIANDO AUTO NUOVA

Su alcune auto nuove a volte è consigliato un tagliando dall’intervallo ridotto, tuttavia a grandi linee quasi tutte case automobilistiche stanno parificando il primo tagliando tra i 10 e i 15 mila chilometri (o 12 mesi dall’acquisto). Anche in questo caso comunque è possibile rivolgersi a qualunque officina autorizzata, anche indipendente quindi, maper non invalidare la garanzia è necessario rispettare il chilometraggio prescritto dal costruttore. Sulle auto nuove è frequente l’offerta del primo tagliando nel prezzo di vendita o di un pacchetto di manutenzione a prezzi agevolati, che rende vantaggioso ricorrere alla rete di assistenza ufficiale della casa.

TAGLIANDO AUTO: È OBBLIGATORIO?

L’obbligo del tagliando auto è frutto del buonsenso. Nessuno impone di effettuare un tagliando al proprio veicolo, né di sostituire l’olio. Ma quali conseguenze si avranno? L’auto avrà una vita inferiore, le prestazioni decadranno, la sicurezza sarà minore e, non meno importante, con l’obbligo di revisione ogni due anni – trascorsi i primi quattro dall’immatricolazione – si potrebbero avere grandi difficoltà a superare l’esame. Ha senso, poi, rinunciare a controllo annuale, o in funzione dei chilometri che si percorrono, per dover spendere cifre in seguito molto più elevate per la sostituzione di organi danneggiati dalla mancanza di controllo?
La spesa per la manutenzione deve essere parte integrante della gestione del veicolo, come lo è la spesa per il rifornimento.

TAGLIANDO AUTO: COSTO E PREZZO

Ecco la nota (spesso) dolente, il  costo di un tagliando.

In realtà anche in questo caso è impossibile dare indicazioni precise, visto che ci sono molte variabili da tenere presente. Se è vero che in media un intervento di un’officina ufficiale ha costi superiori (esiste una precisa tabella oraria di costo della manodopera, oltre a essere mediamente più costosi i prodotti impiegati per la sostituzione rispetto a chi fa riferimento al mercato o all’acquisto sul web), è anche vero che il conto finale di un tagliando auto dipende molto dagli eventuali componenti sostituiti.

Grande variabilità è anche data dal modello e dal marchio dell’auto in questione, dati anche i prezzi differenti dei ricambi stessi. Si può spendere dai 200 euro fino anche oltre i 1000 euro. Ci sono pacchetti promozionali, frequentemente in vendita sui siti delle grandi catene di officine impegnate nella manutenzione auto, e comprensivi di una serie di controlli standard, a prezzi molto competitivi.

TAGLIANDO AUTO FAI DA TE

Se è vero che per controllare i livelli, lo stato di usura delle pastiglie dei freni o per effettuare un banale rabbocco di olio o liquido lavavetri è sufficiente avere una buona manualità, è anche vero che per un vero tagliando le cose possono non essere semplicissime.

Anche nel caso di una sostituzione dell’olio, quello esausto deve essere raccolto e avviato a corretto smaltimento.

Non parliamo poi della sostituzione di cinghie o componenti di più difficile accesso, che restano alla portata di chi sa davvero dove mettere le mani nei motori.

Tagliando auto fai da te può voler dire anche far riferimento a officine specializzate, indicando gli interventi da effettuare, sulla base delle prescrizioni che qualsiasi libretto d’uso e manutenzione del veicolo riporta.

Pneumatici: Controllare la corretta pressione degli pneumatici almeno una volta al mese e prima di lunghi viaggi, ricordando di verificare la presenza e la condizione della ruota di scorta o del ruotino. Verificare l’integrità dello pneumatico: tagli o lacerazioni potrebbero causarne l’esplosione improvvisa, mentre un’eccessiva usura del battistrada potrebbe diminuire l’aderenza alla strada.

Sterzo e sospensioni: Tenere sotto controllo periodicamente, almeno ogni 50.000 km, gli ammortizzatori per mantenere un’adeguata stabilità del mezzo e far controllare la convergenza delle ruote della macchina: un allineamento corretto degli pneumatici è essenziale per migliorare le prestazioni complessive del veicolo. Nelle vetture dotate di servosterzo è consigliabile un controllo periodico della cinghia di azionamento della pompa.

Freni: Alcune vetture sono dotate di una spia luminosa sul cruscotto che segnala l’insufficienza del liquido dei freni o delle pastiglie. È opportuno tuttavia verificare periodicamente il livello del liquido nell’apposito serbatoio insieme allo stato delle pastiglie. Un controllo dei freni è necessaria almeno ogni 20.000 km e ad intervalli minori se si circola prevalentemente in città, dove i freni sono più soggetti a usura.

Luci: Verificare, a vista, che l’impianto di illuminazione dell’automobile sia funzionante prima di immettersi in strada. L’adeguato funzionamento delle luci è importante per vedere e per essere allo stesso tempo visibile agli altri utenti.

Parabrezza e tergicristalli: Curare la pulizia del parabrezza per garantire un’ampia visibilità della strada e controllare l’usura delle spazzole del tergicristallo. Ricordarsi di riempire il serbatoio del liquido per il lavaggio dei vetri. Poter contare su un sistema lavavetro efficiente è essenziale per garantirsi visibilità e sicurezza.

Olio motore: Controllare, o far controllare, periodicamente il livello dell’olio motore estraendo l’apposita astina e verificando che il livello sia sempre compreso tra le tacche di minimo e massimo.

Filtri: È opportuno verificare, a intervalli regolari, lo stato dei filtri (aria, antipolline e carburante) e mantenerli puliti per garantire l’efficienza del motore. Particolare attenzione deve essere posta al filtro del carburante che deve essere sostituito ogni 20.000/30.000 km

Un valido ausilio alla corretta manutenzione dell’auto è il Manuale d’uso e manutenzione dell’automobile, normalmente in dotazione alla vettura

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(http://nativewptheme.net/twenty_second/wp-content/uploads/2017/03/login-page3.jpg);background-size: initial;background-position: left center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 455px;}